Università Roma Tre - Roma - Master Restauro Architettonico Master Restauro Architettonico Roma Tre
username:   password:

 

 

newsletter

email:


Laboratorio di Restauro

 

Laboratorio

Roma , l’isolato tra via Crispi e via Zucchelli

programma


La valorizzazione dell’area compresa tra le vie del Tritone, Crispi, Sistina e Zucchelli è uno dei progetti più promettenti dell’amministrazione capitolina.

L’area interna dell’isolato, sulla quale insistono sia la Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale - ospitata nella parte superstite del convento di San Giovanni a Capo le case e in grave carenza di spazi - che  la Galleria privata Gagosian, è a tutt’oggi di proprietà dell’Ama e adibita a deposito.

Il programma dell’Assessorato alla Trasformazione Urbana prevede l’acquisizione della proprietà dell’Ama, per cessione di altra area di uguale valore economico, e l’ampliamento degli spazi della Galleria comunale. 

Il progetto di ampliamento del museo comunale si annuncia come un’occasione di rigenerazione urbana pubblica di alta qualità culturale  e sarà finanziato dalla ricostruzione e la vendita a privati di residenze sul fronte oggi lacerato di via Zucchelli.

Gli scavi, a cura della Soprintendenza di Stato, che hanno recentemente messo in luce resti cospicui e ben conservati di mura e mosaici di una domus repubblicana che si trova al di sotto della Galleria comunale, entreranno a far parte del percorso museale e costituiranno un ulteriore elemento di valorizzazione culturale dell’isolato storico.

Il Laboratorio di progettazione del Master vuole offrire all’amministrazione capitolina gli studi e i progetti dei suoi studenti, come già avvenuto in alcune precedenti edizioni del Master dedicate al restauro della Torre dei Conti e della Basilica Argentaria.

Lo scopo del progetto di restauro, insieme architettonico ed urbano, è il ripristino dei volumi perduti delle case su via Zucchelli e del Convento di San Giovanni a Capo le case in funzione della ricomposizione dell’isolato e tenendo conto della necessaria convivenza tra l’assetto premoderno e i nuovi edifici realizzati dopo il 1870. L’assetto dell’area interna sarà studiato alla luce dei necessari collegamenti tra i nuovi spazi ampliati della Galleria comunale, i resti archeologici, e l’edificio della Galleria Gagosian.  

Il progetto architettonico sarà impostato, secondo le linee da concordare con i docenti, a partire dai rilievi, dalle fotografie e dagli altri elementi iconografici messi a disposizione o indicati dal corso. Il progetto strutturale, i sistemi tecnologici, i materiali, gli elementi costruttivi e le finiture saranno sviluppati, adattandoli al caso, sulla base dei tipi proposti dal Manuale del recupero del Comune di Roma e da altri riferimenti bibliografici o reali di volta in volta indicati dal corso.

Ai lavori in corso e ai programmi dei soggetti interessati saranno dedicati diversi incontri e conferenze pubbliche nel corso dell’anno di svolgimento del Master. 

 

 

 

     

 

SOLUZIONI